Compiti delle vacanze

Consigli per affrontare con serenità gli esercizi di scuola

Vacanze: tempo di divertimento e di riposo, soprattutto quando si parla dei più piccoli.
Anche per loro, infatti, l'interruzione estiva delle scuole deve corrispondere a un periodo di pausa dedicato a ricaricare le energie fisiche e mentali, dedicandosi a famiglia e amici.
Come comportarsi, allora, con i tanto odiati compiti delle vacanze?
Qualunque sia il vostro atteggiamento nei confronti di questa incombenza estiva, ricordate che - in qualità di genitori - avete il potere di trasformare questo piccolo dovere in una piacevole occasione di crescita e di condivisione.
Meglio, allora, tenere a mente qualche accortezza.

I compiti per le vacanze sono uno strumento indispensabile perché il bambino non dimentichi quanto appreso durante l'anno scolastico appena passato. Il fine, quindi, è un ripasso piacevole e costante del programma svolto, con un occhio di riguardo a quelli che sono stati i punti critici della preparazione.
In considerazione di questo, il genitore attento dovrebbe aiutare il bambino a fissare le sue priorità, ponendo piccoli obiettivi che possano essere portati a termine senza eccessive pressioni o tour de force.
Organizzazione, costanza e flessibilità sono le parole chiave in questo caso: i compiti delle vacanze raggiungono il proprio scopo quando sono portati a termine poco alla volta, ma sempre nel rispetto delle esigenze pratiche di un periodo - come quello delle vacanze estive - che propone moltissime occasioni per stare all'aria aperta o vivere esperienze nuove e stimolanti. La soluzione, quindi, è definire un arco temporale durante il quale concentrare l’attenzione sullo studio. Ideale è lavorare al mattino – quando la mente è fresca e riposata –,  oppure nel primo pomeriggio– quando il sole è troppo forte per stare all’aperto e gli amici sono a casa.

L'alternanza tra studio e riposo, secondo un piano di lavoro che non preveda ritmi serrati, ma possa essere applicato con flessibilità, sarà la chiave giusta per compiti piacevoli e davvero utili per tornare a scuola riposati, ma senza aver perso la predisposizione all'apprendimento.
 

Ultimi Articoli