(Quasi) mamma in spiaggia

Norme e consigli per proteggere il futuro bebè

Con l'arrivo dell’estate, è difficile resistere alla tentazione di trascorrere qualche giorno al mare, godendosi i momenti di relax della dolce attesa.
Certo, però, la futura mamma deve prestare attenzione ad alcuni aspetti importanti di una quotidianità speciale, proprio per via di quel meraviglioso pancione.
 
L’ora della spiaggia
Prima di tutto, indossare vestiti leggeri che non costringano troppo, considerando che le mamme in attesa spesso soffrono di problemi di circolazione e crampi. In secondo luogo, meglio andare in spiaggia nelle ore in cui il sole è meno forte: la mattina presto o all’ora del tramonto – certamente evitando l’ora di pranzo e il primo pomeriggio.
 
Sole: benefici e controindicazioni
Prendere il sole fa bene, ma è necessario prendere le necessarie precauzioni.
Da una parte, infatti, i raggi favoriscono l'assimilazione del calcio (importante proprio per le donne in attesa); dall’altra, però, in gravidanza, la pelle è più sensibile alla luce solare e rischia scottature. Inoltre, il possibile surriscaldamento sarebbe dannoso sia per mamma, sia per il bambino che si porta in grembo.
Per questo, è basilare stendere una crema solare ad alta protezione e indossare un cappello a tesa larga per proteggere la testa. Meglio, poi, stare sotto l’ombrellone.
 
Altri consigli
Rilassarsi quando serve - anche con un bagno in mare - va bene, ma mai eccedere, per evitare di arrivare esauste a fine giornata.
Molto importante, infine, bere moltissima acqua e tenersi idratate, mangiando frutta e verdura di stagione.
 

Ultimi Articoli