Gravidanza. In spiaggia col pancione

Per le future mamme al mare, passeggiate mattutine e protezione totale, nuoto e relax

Se fate parte degli amanti del relax che frequentano il mare in primavera, lo sapete: alle prime ore della mattina e all’ora del tramonto, in spiaggia è facile incontrare future mamme.
 
Da una parte, il clima mite dell’estate non ancora all’apice è ideale per concedersi qualche giorno di relax, dall’altra, la mattina e la ‘seretta’ sono i momenti in cui è consigliabile passeggiare senza rischi, in compagnia del proprio pancione.
In particolare, intorno alle 8 e mezza, le condizioni sono ottimali, in quanto la concentrazione di iodio (fondamentale per lo sviluppo mentale del piccolo e per migliorare la funzione della tiroide) nell’aria è alta.
Esistono, poi, fasi della giornata in cui alle mamme è pressoché proibito frequentare la spiaggia: le ore più calde, indicativamente tra le 11.00 e le 17.00.
In ogni caso, il consiglio è utilizzare una protezione solare a schermo totale.
 
Una volta in spiaggia, via libera al mare (naturalmente, con attenzione): il nuoto migliora la circolazione delle gambe e l’acqua vi regala una piacevole sensazione di leggerezza. Dopo il bagno, è bene, però, rinunciare al piacere di sedersi sul bagnasciuga: sollevandovi dalla sabbia, sdraio o asciugamano personale vi mettono al riparo da eventuali infezioni vaginali.
 
Quanto all’alimentazione, mettete al bando gli alcolici (dite addio a inebrianti apertivi, magari sulla spiaggia, a favore di sani cocktail di frutta), evitate pesce crudo e frutti di mare (non correrete il rischio di epatiti) e portate in tavola frutta e verdura.
 

Ultimi Articoli